Polizia Locale. Cisl Fp: “Serve più coraggio su ruolo e identità della polizia locale. Pronti a presentare proposte per emendare il testo”

Polizia Locale. Cisl Fp: “Serve più coraggio su ruolo e identità della polizia locale. Pronti a presentare proposte per emendare il testo”

Roma, 3 gennaio 2022 – “Sull’identità della polizia locale ci vuole più coraggio. Dopo 35 anni serve una riforma vera. Il percorso è appena iniziato e noi presenteremo le nostre proposte per emendare il testo normativo adottato in Commissione alla Camera”. Per il coordinatore nazionale Polizia Locale della Cisl Fp, Giancarlo Cosentino, “il disegno di legge presenta ancora troppe carenze e mancano ancora troppe risposte che gli operatori chiedono da anni”.

“A partire dallo stesso titolo del ddl, incentrato sul concetto di politiche integrate per la sicurezza e in cui la Polizia locale è ridotta ad una appendice. Così non va bene”, dichiara Cosentino in una nota. “Ma soprattutto non c’è ancora quella definizione del ruolo della Polizia locale che la Cisl Fp ha sollecitato in tutte le sedi e che agenti e ufficiali aspettano da tempo. Troppo poco sulla funzione indispensabile che la Polizia locale svolge sul territorio, sul riconoscimento ordinamentale e sull’equiparazione del sistema di trattamenti e tutele rispetto alle altre forze dell’ordine”.

“Il testo così com’è è ancora insufficiente e va cambiato. Ma quella che si sta aprendo dobbiamo considerarla come una fase di costruzione”, prosegue il coordinatore Cisl Fp. “In questo momento la soluzione per dare risposta alle istanze degli operatori non è certamente la piazza: serve una azione emendativa forte che metta al centro del provvedimento un’idea chiara e definita di identità e ruolo della Polizia locale”.

“La Cisl Fp, insieme alle altre sigle confederali, è in campo con tutto l’impegno necessario a mettere a punto una riforma che è ormai irrinunciabile e indifferibile”, conclude Cosentino. “Dobbiamo spingere la politica a costruire insieme ai lavoratori un provvedimento che valorizzi il lavoro e la centralità che, soprattutto in questi due ultimi anni di pandemia, i corpi territoriali di Polizia locale hanno rappresentato per le persone e le comunità”.