Polizia Locale. Cisl Fp, Disattenzione del governo sulle problematiche del corpo. Rivedere legge quadro 1986

L'FP (Funzione Pubblica) è una struttura di categoria della Confederazione CISL che rappresenta e tutela i lavoratori dei servizi pubblici

Polizia Locale. Cisl Fp, Disattenzione del governo sulle problematiche del corpo. Rivedere legge quadro 1986

Roma, 10 gennaio 2020 – “Purtroppo, leggendo l’accordo quadro, si evidenziano numerosi punti che contrastano con l’attuale organizzazione dei vari Corpi e Servizi di Polizia Locale del nostro Paese. Visti anche gli ultimi episodi tragici di cronaca, siamo d’accordo con la necessità di un impegno maggiore su prevenzione ed accertamento delle violazioni al Codice della Strada, ma rileviamo una una disattenzione sulle problematiche che la Polizia Locale sta affrontando da troppi anni e che non trovano a livello legislativo una loro soluzione”. Lo dichiara, in una nota, il Segretario Generale Cisl Fp, Maurizio Petriccioli, riferendosi all’accordo quadro tra Ministero dell’Interno e ANCI sui servizi di Polizia Stradale e sulla viabilità urbana.
“Come Cisl Fp – prosegue – ribadiamo in tutte le sedi istituzionali la necessità di una rivisitazione della Legge Quadro della Polizia Locale approvata nel lontano 1986, per una definizione delle funzioni e soprattutto per avere finalmente una giusta e doverosa equiparazione degli istituti previdenziali ed assistenziali, al pari delle altre forze di polizia ad ordinamento statale”.
“Tuttavia – ammonisce il segretario – l’assegnazione della funzione prioritaria di Polizia Stradale alla Polizia Locale, contrasta con le attuali norme del Codice della Strada, e soprattutto con quanto accade principalmente nelle grandi città italiane, dove la Polizia Locale si sta sempre più sostituendo nelle funzioni che fino a qualche anno fa erano di pertinenza esclusiva delle forze dell’ordine statali”.
Dello stesso avviso il coordinatore nazionale Cisl Fp polizia locale, Giancarlo Cosentino: “Da sempre la Cisl fp ha sollecitato i vari Governi che si sono succeduti a dare una definitiva nuova veste ad un impianto normativo che regola la vita lavorativa delle donne e degli uomini delle Polizie Locali a cui ogni giorno vengono chiesti nuovi compiti senza il riconoscimento professionale di una categoria divenuta pietra angolare della sicurezza di prossimità delle nostre comunità”.